Come scegliere le lenti progressive: consigli utili


Come scegliere le lenti progressive? Questa è una domanda che ci viene posta dai nostri clienti molto frequentemente.


Vediamo insieme in questo articolo di rispondere al meglio a questo quesito per darvi le informazioni utili per una scelta consapevole delle progressive.


Esiste una lente che permette di vedere lontano e vicino contemporaneamente ?

Si. Questa lente si chiama lente progressiva, a volte anche chiamata lente multifocale (termine utilizzato come sinonimo).


Già il nome stesso ci dice quale è la caratteristica di questa lente, infatti se scomponiamo il nome: “multi” significa diverse e “focale” significa distanza, insomma le lenti progressive sono lenti che permette di vedere contemporaneamente a diverse distanze.


Questa lente è utile a tutte le persone che sono presbiti, cioè tutte le persone che iniziano ad avere difficoltà a vedere da vicino.


Infatti tra i 40 e i 50 anni il livello di accomodazione disponibile diventa insufficiente per mettere a fuoco distanze ravvicinate e le persone manifestano difficoltà nello scrivere un messaggio sul cellulare, nel leggere i prezzi al supermercato etc…


Le lenti progressive quindi sono la soluzione migliore per tutte quelle persone che non vedono da vicino, e che non vogliono fare il solito "metti e togli" con un occhiale unico da vicino.


Una delle prime domande che ci viene fatta quando una persona decide di fare una lente multifocale è: quanto costa una lente progressiva?


Difficile è dare una risposta immediata a questa domanda, infatti è un pò come andare da un concessionario di macchine e chiedere: quanto costa una macchina?


Prima quindi di comunicare il prezzo della lente progressiva è importante avere ben chiaro che non esiste solo una tipologia di progressiva, ma che ogni azienda oftalmica ha diverse qualità di lenti progressive; proprio come dal concessionario di macchine si può trovare una Panda o una Maserati.


Quindi il prezzo della lente multifocale dipende dalla qualità della lente che si sceglie e la diversità tra una qualità basica e una qualità top di gamma dipende principalmente da come sono distribuite le sfocature sulla lente.


Tutte le lenti progressive nelle parti laterali hanno delle zone sfocate, generate dal fatto che in una sola lente abbiamo tutte le distanze. Queste zone sfocate diminuiscono all’aumentare della qualità della lente.

Quindi una lente basica avrà tante zone sfocate laterali e quindi una campo visivo da lontano e da vicino ristretto. Una lente top di gamma invece avrà sempre delle zone sfocate laterali, ma molto limitate, avendo quindi un campo visivo molto ampio sia da lontano che da vicino.


Quindi che lente progressiva dovrei scegliere?


Per rispondere a questa domanda ti invitiamo a prendere un appuntamento ed eseguire la prova lenti Clipsystem Vision.


Con questa prova noi ti costruiamo un occhiale, con i tuoi gradi da lontano e da vicino, e ti facciamo provare una lente progressiva, spiegandoti come funziona, facendoti osservare la differenza tra un lente progressiva di qualità bassa, media e top di gamma, prima di ordinare il tuo occhiale definitivo. Insomma eseguiamo una sorta di test drive, come quello utilizzato dai concessionari.


Un'ulteriore consiglio utile per una scelta delle lenti progressive consapevole?


E' quello di non farsi mai influenzare a priori dall'esperienza di un amico o un parente che ha eseguito un occhiale progressivo e non si è adattato.

Per realizzare una lente progressiva è importante fare attenzione a diverse variabili, come ad esempio: una corretta analisi visiva, una corretta centratura, una corretta scelta della montatura e della calzata, della qualità della lente etc…



Insomma tante sono le variabili, ne basta una per non far funzionare la lente progressiva come dovrebbe. Quindi prima di dire no alla progressiva vai da un buon professionista, provala e poi decidi!


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti